Cenerentola – dal 19 al 22 dicembre

Sergej Prokof’ev
BALLETTO SUL GHIACCIO DI SAN PIETROBURGO

Coreografie, Konstantin Rassadin
Regia, Oleg Stepanov
Scene e Costumi, Olga Osikovskaia/Tatiana Zaikina
Direttore d’Orchestra, Arkady Shteynlucht

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ci sono tante “cenerentole” danzate prima di quella di Prokof’ev, datata 1945. Ma la Cenerentola del compositore russo le ha oscurate tutte. Prokof’ev non era uno dei tanti bravi professionisti che scrivevano musica di buona fattura ad uso della danza: come Stravinskij, era un compositore a tutto tondo, che rimaneva se stesso anche quando si metteva al servizio della danza. La partitura di Cenerentola non potrebbe che essere di Prokof’ev: inconfondibilmente suoi sono i ritmi energici e imprevedibili e i temi in bilico tra passione romantica e ironia novecentesca.

Un classico del balletto contemporaneo, nella spettacolare versione del Balletto sul ghiaccio di S. Pietroburgo, che torna a Genova dopo il grande successo della Stagione scorsa con la Bella addormentata di Čajkovskij. Il pubblico del Teatro Carlo Felice ormai lo sa: quello del Balletto sul ghiaccio di S. Pietroburgo non è un classico “show on ice”  né un’esibizione sportiva, ma un vero e proprio balletto classico danzato interamente sui pattini e sul ghiaccio. Un caso unico al mondo.