Concerto n. 4 – 27 ottobre 2019 ore 20.00 – A. Chauhan / F. Dego

CONCERTO CELEBRATIVO NICCOLÒ PAGANINI

Alpesh Chauhan, Direttore
Francesca Dego, Violino

Orchestra del Teatro Carlo Felice

 Michail Glinka
Ouverture  da “Ruslan e Ljudmila

Niccolò Paganini
Concerto n. 1 in Re maggiore per violino e orchestra op.6 M.S.21*

Dmitrij Šostakovič
Sinfonia n.12 in re minore op.112 “L’anno 1917

 

 

 

 

 

 

 

 

 

* Il concerto sarà eseguito con il violino “Guarneri del Gesù” noto come “Cannone”. 9242c83579481a4a893adbe8730cb8c5
Il violino di Niccolò Paganini (1782-1840), fu costruito a Cremona nel 1743 dal liutaio Bartolomeo Giuseppe Guarneri (1698-1744) detto ‘del Gesù ‘.
Paganini probabilmente lo ricevette in dono nel 1802 a Livorno e lo predilesse tra tutti gli strumenti che possedeva, chiamandolo affettuosamente “il mio cannone violino” per la pienezza del suono.
Il Cannone è uno strumento unico, perché le sue parti principali sono giunte intatte fino a noi ed il suo valore è accresciuto dal prestigio del celebre proprietario. La vernice è ancora quella originale e, nella parte terminale della tavola armonica, reca il segno dell’uso da parte di Paganini che, come tutti i suoi contemporanei, suonava senza usare la mentoniera, poggiando il mento direttamente sullo strumento.
Il Cannone divenne un eccezionale partner per i virtuosismi di Paganini che, grazie anche alla straordinaria estensione delle dita della mano sinistra, sviluppò nuove tecniche violinistiche sfruttando al massimo le potenzialità dello strumento.
Niccolò Paganini, secondo una precisa disposizione testamentaria, lasciò il Cannone alla sua città natale, Genova, “onde sia perpetuamente conservato”.

Grazie per il sostegno a:

 

 

 

 

Concerto nell’ambito di

 

 

 

 

 

 

La biglietteria domenica 27 ottobre apre alle ore 18.00

Domenica 27 ottobre h 19.00 Sala Paganini:
presentazione del concerto  a cura del M° Alpesh Chauhan
Ingresso riservato agli spettatori del concerto
in collaborazione con